5 CONSIGLI PER INIZIARE A DIPINGERE CON L’ACQUERELLO

pubblicato in: painting tips | 0

copertina_waterc2

Oggi voglio darvi alcuni consigli essenziali per utilizzare l’acquerello! Premetto che non sono un’acquerellista, benché usi moltissimo questa tecnica. Tuttavia è un mezzo del quale mi servo solitamente per realizzare i primi strati di colore delle mie illustrazioni; mi piace infatti procedere poi con altre tecniche, come le matite colorate e i pennarelli.

In passato però mi sono documentata ed esercitata molto, in modo da acquisire la tecnica. Mi piacerebbe quindi condividere con voi alcune delle cose che ho imparato, soprattutto se vi state approcciando ora alla tecnica o vi piacerebbe farlo! Ecco quindi cinque piccole dritte che potrebbero aiutarvi!

0_web

  1. La Carta

Anche se non avete mai usato l’acquerello fino ad ora, non accontentatevi di una generica carta solo perché economica. Non fatevi influenzare dalla paura di sprecare il materiale acquistato, perché un materiale scadente potrebbe rendervi il lavoro molto più difficile, con il rischio di scoraggiarvi nei vostri primi passi. Esistono in commercio carte molto costose, che vorrete considerare quando sarete più esperti; tuttavia ci sono carte di media qualità, perfette per esercitarsi! Orientatevi su una carta 300g, 100% cotone, oppure per i primi tempi potete iniziare con un 50% cotone. Io per i primi esercizi ho utilizzato una carta “Fabriano” 50% cotone da 300g. Ne esistono di simili anche della “Canson”, come la linea “Montval”.

7_web

  1. Gli acquerelli

Naturalmente lo stesso discorso vale per gli acquerelli. Li potete trovare in commercio sotto forma di tubetto o di godet, le pastigliette essiccate. La scelta è soggettiva, i tubetti sono più adatti se intendete realizzare lavori molto grandi; le pastiglie invece sono perfette se realizzate dipinti all’aperto. Penso che l’ideale sia acquistare un set da 12 o 24 godet. Potete orientarvi sulla linea economica della “Winsor&Newton” per esempio, la “Cotman”.

2_web

 

3_web

  1. I Pennelli

Anche i pennelli sono molto importanti nell’uso dell’acquerello, forse quanto la carta. Gli acquerellisti più esperti consigliano l’utilizzo di pennelli in pelo di animale; se la cosa non vi convince a livello etico ed economico, potete orientarvi su quelli sintetici! Ne esistono di ottimi, io ho sempre usato i “Da Vinci”; recentemente ho scoperto anche quelli della “Cotman”. La cosa importante è che il pennello sia appuntito e tondo. Puoi inoltre acquistare una pennellessa per le campiture, ad esempio per realizzare gli sfondi!

6_web

  1. L’acqua

Cercate sempre di mantenere pulita l’acqua che utilizzate per dipingere. Se riuscite, utilizzate due recipienti diversi, uno per pulire il pennello nel cambiare colore, l’altro per diluire i colori.

5_web

  1. Siate pazienti

L’acquerello è forse una delle tecniche pittoriche più difficili da apprendere, per questo richiede molta pazienza! Cercate di fare spesso esercizio, usando soggetti semplici, ma soprattutto: DIVERTITITEVI! 🙂

 

Se vi interessa sapere di più sugli acquerelli non esitate a contattarmi o lasciate un commento! Mi piacerebbe molto condividere di più con voi!

 

A presto, Cinzia 

 

My shop ^ Facebook ^ Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *